tecnologia Facebook ed EssilorLuxottica lanciano i Ray-Ban Stories, occhiali intelligenti (senza la realtà aumentata)

Volta: 24/Feb Di: kenglenn 379 Visualizzazioni

Eccoli. I Ray-Ban Stories segnano l’ingresso della statunitense Facebook e dell’italo-francese EssilorLuxottica, capogruppo di Ray-Ban, nell’acerbo mercato degli occhiali intelligenti. Senza realtà aumentata, per ora. Annunciati giovedì 9 settembre dall’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg e dal chief wearables officer di EssilorLuxottica Rocco Basilico, i Ray-Ban Stories sono il primo frutto della collaborazione pluriennale tra i due colossi che dominano i settori di social networking e occhiali, a livello globale.Il primo frutto e un primo passo. Gli Stories esordiscono senza strafare dal punto di vista tecnologico, puntando su un design che ricalca quasi perfettamente quello dei Ray-Ban tradizionali e su poche, semplici e già viste funzioni: si possono scattare fotografie e girare video da 30 secondi al massimo, ascoltare la musica e parlare al telefono. Senza dover impugnare lo smartphone. Fine. Dotati di un processore Snapdragon, comunicano con lo smartphone mediante Bluetooth e hanno una batteria che promette un uso moderato fino a sei ore (si ricarica con la custodia e per arrivare al 100% servono 70 minuti). Per scaricare sullo smartphone, e poi eventualmente condividere sui social, le foto e i video c’è l’app Facebook View per Android e iOs, che si collega al profilo Facebook. Per chiedere agli occhiali di scattare una foto o girare un video si può usare l’apposito comando manuale o pronunciare le frasi «Facebook take a photo» e «Facebook take a video», per ora solo in inglese.

tecnologia Facebook ed EssilorLuxottica lanciano i Ray-Ban Stories, occhiali intelligenti (senza la realtà aumentata)