Recensione Poco X3 Pro: cosa emerge dopo 1 mese di utilizzo - HDblog.it

Volta: 26/Oct Di: kenglenn 398 Visualizzazioni

Ovviamente le prestazioni sono il suo cavallo di battaglia, è molto veloce, sempre reattivo, non scalda, non teme i giochi più impegnativi per lunghe sessioni. Per chi non è un giocatore incallito come il sottoscritto, le performance affidabili e costanti saranno comunque una buona carta nel lungo periodo, vi darà soddisfazione, o meglio, non vi starà stretto già dopo alcuni mesi a causa del tipico ingolfamento che subiscono tutti gli smartphone low cost.

Il secondo aspetto valido è la sostanza, cioè alcune caratteristiche valore aggiunto che vanno prese in considerazione quando si compra un nuovo smartphone. Il vetro protettivo è un Gorilla Glass 6, vi mette al riparo da graffi e rotture accidentali (pur rimanendo comunque un vetro) ed è notevolmente superiore rispetto a ciò che si trova sotto i 200 Euro; 128 GB di memoria UFS 3.1, veloce e abbondante quel che basta da permettervi di dimenticarvi dell'espansione di memoria sfruttando il secondo slot per una seconda SIM, 6 GB di RAM LPDDR4X, jack audio da 3,5 mm, due speaker stereo (non troppo potenti purtroppo), certificazione IP53 per la resistenza a spruzzi d'acqua e polvere.

Poi viene l'autonomia, due giorni se siete un po' attenti ai consumi e/o non utilizzate troppo lo smartphone per i giochi. E' certamente un telefono grande e pesante ma saprà ripagarvi con la tranquillità che sa dare sul fronte autonomia. Siamo sulle 6 ore e mezza di display attivo su per giù, fin che mai, merito dei 5160 mAh di batteria. La ricarica è rapida, alimentatore in confezione da 33 Watt, bene.

Recensione Poco X3 Pro: cosa emerge dopo 1 mese di utilizzo - HDblog.it

Inaspettatamente, lo dico con in mente diversi smartphone problematici dell'ecosistema Xiaomi, POCO X3 Pro non ha alcun problema banale sui sensori di prossimità, luminosità, sulla connettività, carrier aggregation e anzi, a tal proposito gode di una ricezione del segnale particolarmente efficace a fronte di valori SAR nella norma (0,57 W/Kg testa, 0,90 W/Kg corpo). Dovrebbero essere tutti così.