WhatsApp, ecco su quali telefoni non funzionerà più nel 2021

Volta: 12/Feb Di: kenglenn 389 Visualizzazioni

Come ogni anno, WhatsApp si prepara a sganciarsi dalle versioni più vecchie dei sistemi operativi Android ed iOS. E quindi, conseguentemente, alcuni dispositivi rischiano di non poter più supportare l’applicazione di messaggistica più amata del pianeta, smettendo di farla funzionare o continuando ma con bug, rallentamenti e disservizi che la rendono sostanzialmente inservibile.

Quest’anno il passaggio generazionale per la chat più usata del mondo riguarda in particolare le versioni precedenti ad Android 4.0.3 (la Ice Cream Sandwich distribuita nel 2011)e alla 9 di iOS. Chiunque monti sul proprio telefono una release precedente alla nona di Apple o anche solo la 4.0.2 del robottino verde, insomma, rischia di non poter più chattare. D’altronde le molte novità in arrivo il prossimo anno, dall’uso dello stesso account su più telefoni alla sempre più profonda integrazione con Instagram e Messenger, renderà l’app ancora più sofisticata e raffinata.

Nello specifico, e a titolo d’esempio visto che i modelli messi in circolazione negli anni sono migliaia e dunque molto dipende anche da quanto e come i rispettivi produttori abbiano negli anni distribuito patch di aggiornamento, i dispositivi che non potranno più supportare WhatsApp sono: Samsung Galaxy S2; Motorola Droid Razr; LG Optimus Black; HTC Desire; Huawei Ascend D Quadl XL; Huawei Ascend D1 Quadl XL; Huawei Ascend P1; Huawei Ascend P1 S; Huawei MediaPad 7 Lite e gli iPhone 4 o più vecchi (si salvano invece i modelli da 4S in poi). Per essere sicuri, in ogni caso, bisogna conoscere l’ultimo aggiornamento reso disponibile da Android o Apple per il proprio dispositivo.

WhatsApp, ecco su quali telefoni non funzionerà più nel 2021

D’altronde ogni anno la creatura controllata da Facebook migliora la propria piattaforma, introduce come detto novità sostanziali - l'ultima di quest'anno è quella dei messaggi a scomparsa dopo una settimana - chiede al telefono prestazioni migliori e si integra con le diverse versioni dei sistemi operativi per offrire esperienze più fluide. Che spesso, specialmente sui modelli più vecchi, non tengono il passo degli aggiornamenti. Non dovrebbe comunque preoccupare troppi utenti, visto che Ice Cream Sandwich risulta installato al momento sullo 0,2% della base dei telefoni Android e solo l’1% degli iPhone sfoggia versioni precedenti alla 12.Comunque un numero cospicuo di utenti, che magari usano vecchi smartphone come telefoni alternativi o di riserva.

LEGGI ANCHE

WhatsApp lancia i messaggi a scomparsa dopo una settimana

LEGGI ANCHE

Android, cosa sono le Smart Reply e come usarle su WhatsApp